Home / Consigli Utili / Importanza della Vitamina A per dimagrire

Importanza della Vitamina A per dimagrire

La vitamina A, detta anche retinolo è presente nei tessuti dei pesci d’acqua salata e degli animali e in special modo nelvitamina a e raspberry ketone fegato. La vitamina A viene ad essere assunta direttamente o sotto forma di provitamina, il beta – carotene, con la alimentazione o tramite gli integratori alimentari come il Raspberry Ketone.

Le verdure gialle, come ad esempio le carote e i peperoni, o la frutta, come le albicocche e le pesche, così come le foglie delle verdure verdi, sono le principali fonti alimentari di provitamina A. Nei prodotti animali come il latte, il grasso, il fegato e i reni, si ritrova la vitamina A.

Il retinolo e i caroteni sono liposolubili. Il fabbisogno giornaliero negli adulti è di 2,4 milligrammi di beta – carotene, o di 0,3 milligrammi retinolo. Tale fabbisogno è aumentato del 50% in gravidanza e durante il periodo di allattamento. La vitamina A è molto importante per la vista, è presente nelle cellule sensoriali della retina e costituisce il precursore della rodopsina. La vitamina A ricopre anche un ruolo per la cute, per il corretto accrescimento corporeo.

Il primo sintomo di carenza di vitamina A è la cecità notturna, emeralopia secondario ad una alterazione del processo biochimico di rigenerazione della rodopsina. Altro sintomo di carenza di vitamina A è la xeroftalmia, la corneificazione della cornea fino alla cecità, e disturbi della crescita.

Sono stati descritti, in seguito alla somministrazione in bambini ed adolescenti di dose elevate di vitamina A sintetica quadri di ipervitaminosi, caratterizzati da caduta di capelli, cefalee, e ingrandimento del periostio delle ossa lunghe.

La dieta italiana è solitamente ricca di vitamina A

Grazie all’alto consumo di alimenti ricchi di caroteni e retinolo, proprio della dieta italiana, nel nostro paese in generale è quasi impossibile riscontrare stati carenziali di vitamina A nella popolazione. Pur tuttavia è bene anche rammentare che sono disponibili numerosi supplementi raspberry ketone e vitamina Avitamici. Questi prodotti possono rappresentare un valido aiuto per assumere in maniera corretta la vitamina A.

Infatti, tale assunzione potrebbe non avvenire nelle dovute dosi, proprio perché non si mangiano determinati alimenti, e questo per varie ragioni, una fra le tante è rappresentata dall’intolleranza alimentare o da forme di allergie. Per poter ovviare, pertanto, si possono acquistare anche tramite internet i vari integratori vitamici.

Grazie a questa formula la vitamina A potrà essere assunta nelle forme e nelle quantità necessarie per il benessere del proprio organismo. Navigando sul web si potrà quindi acquistare online supplementi vitamici a base della preziosa vitamina A. E’ doveroso rammentare che è anche opportuno tutelarsi dagli eccessi di assunzione di vitamina A. Essendo liposolubile ha la caratteristica di tendere ad accumularsi nel fegato, e potrebbe comportare, se appunto assunta in alte quantità, problemi di ipervitaminosi.

Gli esperti rivolgono anche una raccomandazione rivolta in special modo alla gestante: durante la gravidanza, infatti, gli esagerati introiti della vitamina A potrebbero creare drastici danni a carico del feto, che può andare incontro a malformazioni.

Vitamina A, il dosaggio consigliato

Gli esperti pertanto di non varcare il limite di assunzione che raffigurano in:

  • 9 milligrammi al giorno per l’uomo
  • 7,5 milligrammi quotidiani nella donna.

Per poter comprendere ancora meglio è a tener presente che 100 grammi di carota per gli esperti possono coprire ampiamente il fabbisogno giornaliero di Vitamina A. Quindi, considerando che il peso di una carota dalle dimensioni medie è di circa 75 grammi, due carote al giorno sono più che sufficienti per assumere correttamente la vitamina A.

Il contenuto di vitamina A in ordine di maggior presenza vede al primo posto, appunto, le carote crude, al secondo i meloni e al terzo posto gli spinaci. Una delle sue funzioni primarie è quella di proteggere la membrana cellulare dalle aggressioni perpetrate dalle sostanze tossiche, neutralizzare i radicali liberi, come pure di proteggere dalla ossidazione gli acidi grassi.

La Vitamina A viene ad essere immagazzinata nel fegato proprio in quanto è una vitamina liposolubile, e tale quantità posta in riserva ha necessità dello zinco per poter venire ad essere utilizzata. La sua attività è l’accrescimento osseo, la salute della epidermide, la procreazione e le attività sessuale, la sintesi delle proteine.

La vitamina A stimola le difese immunitarie, regola il metabolismo del calcio ed è attiva nella produzione della porpora retinica. Promuove e favorisce la crescita, la nutrizione, l’attività vitale dei vari tessuti organici, in particolar modo di quelli epiteliali, tessuto corneale, occhio, mucose, e il sistema immunitario e riproduttivo.

La vitamina A favorisce la secrezione dei succhi gastrici, mantiene la pelle liscia e morbida, protegge le mucose dei seni nasali, dei polmoni, della gola, dell’utero, della vagina, dell’intestino, delle palpebre, del naso, dello stomaco, della bocca, riducendo l’esposizione alle infezioni. Oltre a ciò la vitamina A contribuisce alla crescita e alla la riparazione dei tessuti del corpo, è utile in presenza di stress, sinusite, cefalea, psoriasi, acne, cardiopatie, epatite, parodontopatie, bronchite, asma, diabete, raffreddore, eczema, cistite, artrite, allergie.

L’utilizzo della vitamina A ha un così ampio raggio che è impossibile elencarlo nella sua forma completa, ed è doveroso rammentatore che essa rappresenta un valido aiuto anche alle persone che svolgono una intensa attività fisica.